Home > Recensioni > Psicocibernetica – di Maxwell Maltz

Psicocibernetica – di Maxwell Maltz

 Che cos'è la psicocibernetica? Non ha nulla a che fare con robot, cyborg, intelligenza artificiale o cose del genere, la psicocibernetica è la scienza che studia il modo in cui il cervello è programmato a rispondere automaticamente a certi stimoli, valutando la situazione esterna e prendendo le dovute misure per il raggiungimento di un fine; si tratta di meccanismi simili al pilota automatico di un aereo, che ha impostata la destinazione (il fine) e tiene conto della posizione dell'aereo in relazione ad essa (ha cioè dei sensori per valutare il mondo esterno), e in base ad essa effettua le opportune correzioni per compensare le eventuali deviazioni dalla rotta stabilita.

Il nostro cervello ha meccanismi simili, e questo libro cerca di spiegarli in maniera chiara. Psicocibernetica è un best seller nel campo dei libri motivazionali e di self help, anche perchè è stato uno dei primi (è del 1978), ma soprattutto perchè è molto chiaro e semplice e nonostante il titolo complicato non richiede una laurea in psicologia per poter essere compreso.

Gli uomini normalmente non si fermano a pensare a come funziona il loro cervello, i filosofi e gli psicologi sono in genere gli unici che si pongono queste domande, il che è strano se si considera che tutti quanti usiamo il nostro cervello per vivere così come usiamo il nostro corpo; sarebbe un po' come se ci rendessimo conto di avere le gambe ma per tutta la vita non volessimo perdere tempo per imparare a usarle stando in piedi.

Psicocibernetica si propone di spiegare quali sono i meccanismi mentali dietro il successo. La parola "successo" è di per sé molto vaga, in che cosa consista l'avere successo dipende tutto da chi siamo e cosa vogliamo fare e diventare; tuttavia al di là dei diversi obiettivi che si possono scegliere ci sono nella vita persone positive, che si pongono ed ottengono molti traguardi e sono felici e soddisfatte di sé, ed altre che o non hanno il coraggio di puntare a nulla o falliscono sempre miseramente, e passano le giornate a lamentarsi e a dire quello che avrebbero fatto o potrebbero fare in futuro se la vita fosse più generosa o meno ingiusta, se gli capitasse l'occasione buona. Il successo non è una questione di soldi e beni materiali, è la realizzazione di se stessi, l'ottenimento della serenità che deriva dal sapere dove si sta andando; per riprendere la metafora iniziale dell'aereo è la tranquillità di un pilota che sa che c'è il pilota automatico a fare tutto il lavoro, contro il nervosismo, la fatica e la paura di un pilota che vola manualmente e con una cartina che non sa quanto sia precisa.

La psicocibernetica pone gli uomini di fronte alla visione dell'immagine che loro hanno di se stessi e cerca di correggerne le distorsioni, cerca di favorire sentimenti positivi come il perdono, l'empatia, l'ottimismo, la fiducia in se stessi, sfruttando le stesse tecniche che fino ad oggi avete usato per scopi negativi: ripetendovi sempre che cosa non potete fare, immaginando gli scenari più negativi che potrebbero capitare, rodendovi per il rimorso o l'invidia, avendo paura di tentare e di fallire, e diverse altre.

Maxwell Maltz era un chirurgo plastico che poi si è interessato anche di psicologia, vedendo come il cambiamento radicale del volto (a quel tempo la chirurgia estetica non si occupava di rifare seni e nasi o liposuzioni e lifting, ma principalmente di curare cicatrici o ustioni molto gravi in seguito a incidenti) portasse spesso miglioramenti nella mente della persona che si sentiva brutta e sfigurata, ma non sempre questo accadesse. Vista la delicatezza del suo lavoro decise di studiare meglio la mente umana, anche per capire quando era appropriato accettare un lavoro (quando cioè un cambiamento fisico poteva risolvere un problema psicologico) e quando invece era necessario solo offrire un punto di vista migliore al paziente per metterlo nella giusta prospettiva.

Categories: Recensioni Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.